News

> > 10 cose da vedere a Ferrara in un Weekend

10 cose da vedere a Ferrara in un Weekend

27/08/2020

1 - Castello Estense

castello estenseFoto di Nicola Bisi

Il Castello Estense o di San Michele (perché la prima pietra fu posta il giorno del santo, che è protettore di porte e rocche) fu voluto da Niccolò II d'Este, per dotare la città di un edificio di difesa. Nel tempo è divenuto dimora della famiglia d'Este, che ne ha arricchito gli interni con fastosi affreschi e marmi che decorano i piani signorili. Il castello si erge imponente nella città, circondato da un fossato pieno d'acqua, ponti levatoi e quattro torri. Un tuffo in un'altra epoca tra le antiche cucine e prigioni al piano terra, ed al piano nobile,nei saloni di ricevimento splendidamente affrescati. Da non mancare di affacciarsi nella Loggia degli Aranci per uno sguardo sulla città, ma anche dalla Torre dei Leoni. Sono possibili anche tour in barca del fossato.

  • Come arrivare: Largo Castello 1. Dista 20min. a piedi dalla Stazione Centrale oppure 10min. di autobus (linee 1/6/7/9/11, fermata Cavour-Giardini). Ottieni indicazioni
  • Orari: dal 1 marzo al 30 settembre aperto tutti i giorni dalle 9:30 alle 17:30 (dal 1 ottobre al 30 aprile chiuso il lunedì). Tour in barca del fossato solo sabato, domenica e festivi. Nei mesi di marzo, aprile, ottobre 10:00-13:00 e 14:00-17:00. Da maggio a settembre 10:00-13:00 e 15:00-18:00.
  • Costo biglietto: Intero €8,00 Ridotto €6,00. Torre dei Leoni supplemento €2,00. Tour in barca del fossato Intero €3,50 Ridotto €2,50.

2 - La Cattedrale di San Giorgio Martire e Piazza Trento e Trieste

duomo ferrara

 

La Cattedrale di San Giorgio Martire con la sua facciata in marmo bianco ornata da colonnine romaniche ed archi gotici, fu iniziata nel 1135 e porta con sé i vari stili che nel tempo si sono susseguiti. Un insieme unico nel suo genere. Del complesso fa parte anche il campanile rinascimentale in marmo bianco e rosa costruito da Leon Battista Alberti. Nella piazza della cattedrale si trova anche la cinquecentesca Torre dell'Orologio. Sul lato lungo della cattedrale, in quella che è Piazza Trento e Trieste (un tempo Piazza delle Erbe) si trova Loggia dei Merciai dove fin dal lontano medioevo si effettuavano gli scambi commerciali. Pregevoli palazzi si affacciano su quello che era il nucleo più antico della città.

  • Come arrivare: Zona Pedonale, Piazza della Cattedrale. Dista 20min. a piedi dalla Stazione oppure 10min. di autobus (linee 1 e 9, fermata C.so Giovecca - Teatini). Ottieni indicazioni
  • Orari: 7:30-11:00 / 16:00:19.00. Sabato: 7:30-12:00 / 15:00-19:00. Domenica: 7:30-13:00 / 15:30-20:00.
  • Costo biglietto: gratis

3 - Palazzo del Municipio

A pochi passi da piazza della Cattedrale troviamo anche il Palazzo Municipale, che dal Medioevo ha avuto la sua funzione di Palazzo Ducale come dimora della famiglia d'Este fino al Quattrocento. L'attuale facciata esterna è una ricostruzione neo-medievale degli anni Venti, a cui è stata aggiunta la Torre della Vittoria. Pezzi originali si ritrovano nel Volto del Cavallo, il grande arco che funge da ingresso alla piazza municipale. Il cortile interno è costeggiato da un loggiato rinascimentale ed è presente un meraviglioso scalone monumentale tramite cui si accede ai piani nobiliari del palazzo. Da visitare il Camerino delle Duchesse, ideato per le donne della famiglia con splendidi decori e la Sala dell'Arengo, affrescata da Achille Funi tra il 1934 e il 1938.

  • Come arrivare: Zona Pedonale, Piazza Municipale 2. Dista 20min. a piedi dalla Stazione oppure 10min. di autobus (linea 3 fermata Teatro Comunale). Ottieni indicazioni
  • Orari: da lunedì a venerdì: 9:00 - 13:00; martedì e giovedì anche 15:00 - 17:00 (chiuso Sabato, Domenica, e giorni festivi). Visite su richiesta limitate alla Sala dell'Arengo e allo Stanzino delle Duchesse.
  • Costo biglietto: gratis

4 - L'Addizione Erculea ed il Quadrilatero degli Angeli

Viene chiamato Addizione Erculea il rifacimento urbanistico che interessò Ferrara tra fine Quattrocento ed inizio Cinquecento, con l'intento sia di migliorare le difese cittadine, che di ampliamento, con la costruzione di una nuova area abitabile e più moderna rispetto al nucleo medievale, chiamata appunto "Arianuova". L'intersezione di Corso Ercole I d'Este (il finanziatore del progetto) con Corso Biagio Rossetti (l'architetto di corte incaricato del progetto) e Corso Porta a Mare viene chiamato Quadrivio degli Angeli e presenta tre palazzi rinascimentali di rilevante interesse e pregio. Il Palazzo dei Diamanti sede della Pinacoteca Nazionale, il Palazzo Turchi di Bagno che ospita sedi universitarie e museal,i ed il Palazzo Prosperi-Sacrati attualmente chiuso in attesa di un restauro che lo riapra al pubblico.

  • Come arrivare: dista 20min. a piedi dalla Stazione Centrale oppure 10min. di autobus (linea 3, fermata Palazzo dei Diamanti). Ottieni indicazioni
  • Orari: l'area è pubblica e sempre accessibile, ad esclusione delle entrate ai palazzi: Palazzo dei Diamanti aperto tutti i giorni 9:00-19:00, anche Pasqua, Lunedì dell'Angelo, 25 aprile, 1 maggio, 2 giugno. Sono previste aperture straordinarie notturne; Palazzo Turchi di bagno e palazzo Prosperi-Sacrati non sono aperti al pubblico.
  • Costo biglietto: Palazzo dei Diamanti Intero €13,00 Ridotto €11,00.

5 - Palazzo dei Diamanti

palazzo dei diamantiIl Palazzo dei Diamanti è un capolavoro del Rinascimento Italiano, così chiamato per la sua caratteristica facciata esterna a bugnato (uno stile di opera muraria), che ricorda file di punte di diamanti sfaccettati. Il rivestimento in marmo bianco con venature rosa, riflette la luce del sole crea dei giochi prospettici di luci ed ombre. Situato su Corso Ercole I d'Este ospita la Pinacoteca Nazionale con opere dal '200 al '700 di pittori della ferrarese e mostre temporanee di alto livello. L'interno è composto dalla tipica struttura dei palazzi rinascimentali ferraresi con loggiato intorno al cortile ed un pozzo di marmo al centro.

  • Come arrivare: dista 20min. a piedi dalla Stazione Centrale oppure 10min. di autobus (linea 3, fermata Palazzo dei Diamanti). Ottieni indicazioni
  • Orari: Aperto tutti i giorni 9:00-19:00 (anche Pasqua, Lunedì dell'Angelo, 25 aprile, 1 maggio, 2 giugno). Sono previste aperture straordinarie notturne.
  • Costo biglietto: Intero €13,00 Ridotto €11,00.

6 - Via delle Volte

via delle volte ferraraCuore medievale della città, questa rettilinea strada crebbe lungo quello che era l'originario argine del Po', deviato poi nel 1152. Prende il nome dai numerosi passaggi sospesi che la attraversano e che collegavano le botteghe artigiane ai magazzini presenti lungo il fiume che al tempo era navigabile. Di notte cambiava fama, e come viene riportato da letterati locali, era conosciuta anche come la via dei bordelli. Camminare per questa viuzza, con il suo ciottolato di sassi di fiume, i mattoncini rossi delle costruzioni, sembra di essere tornati nel medioevo. Oggi è punteggiata da localini di cucina tipica dove degustare le prelibatezze locali.

7 - Palazzo Schifanoia

Un altro esempio delle ricchezze della famiglia d'Este lasciate ai posteri è il Palazzo Schifanoia, così chiamato per essere il luogo adibito ai divertimenti, a " schivar la noia" appunto. Costruito a più riprese tra il Trecento ed il Quattrocento, dal 1989 ospita i Musei Civici d'Arte Antica che raccolgono ricche collezioni della medesima epoca. Il Salone dei Mesi è un importante ciclo di affreschi rappresentante appunto i mesi dell'anno, un'opera collettiva di vari artisti ferraresi del ‘400. Andata scomparsa, emerse "come per magia" nel 1820 dalle successive imbiancature. A noi sono arrivati solo i mesi da marzo a settembre.

  • Come arrivare: Via Scandiana, 23. Dista a piedi 35min. dalla Stazione o in autobus (linea 1 e 9, fermata Giovecca-Ospedale). Raggiungibile in auto (parcheggio solo su strada, nelle vicinanze).Ottieni indicazioni
  • Orari: Non disponibile. Il museo è chiuso al pubblico da gennaio 2018 per lavori di messa a norma antisismica.
  • Costo biglietto: Non disponibile. Il museo è chiuso al pubblico da gennaio 2018 per lavori di messa a norma antisismica.

8 - Museo Archeologico Nazionale e Palazzo Costabili

Il Museo Archeologico Nazionale fu istituito negli anni Venti dopo la casuale ma sensazionale scoperta della necropoli etrusca di Spina, narrata negli scritti di greci e romani ma di cui non si erano mai trovarte le tracce. Furono trovate oltre 4000 sepolture e relativi corredi funebri, manufatti in oro ed argento, fini lavorazioni che testimoniano la grandezza della città etrusca e dei collegamenti che aveva in tutto il Mediterraneo. La necessità di trovare una degna collocazione alle migliaia di manufatti ritrovati trovò posto in Palazzo Costabili, che a sua volta fu tolto dal degrado che lo opprimeva dopo anni di abbandono. Notevole la Sala delle Carte Geografiche, la Sala del Tesoro ed il giardino rinascimentale.

  • Come arrivare: Dista 35min. a piadi dalla Stazione oppure 20min. in autobus (linea 2, fermata Museo Archeologico). Ottieni indicazioni
  • Orari: Da martedì a domenica 9:30-17:00. Chiuso il lunedì, 1 gennaio, 25 dicembre.
  • Costo biglietto: Intero €6,00; ridotto €3,00

9 - Palazzina Marfisa d'Este

La Palazzina Marfisa d'Este è un palazzo del Cinquecentesco in tipico stile rinascimentale ferrarese, dove visse la Duchessa fino alla sua morte. I suoi soffitti sono un trionfo di affreschi, fregi e grottesche (recuperati dall'incuria nell'ultimo secolo) delle migliori scuole e botteghe artigiane della città. Il palazzo è oggi una casa-museo, sede dei Musei Civici di Arte Antica di Ferrara, dove un percorso espositivo attraversa otto diversi ambienti (la Sala Rossa o delle Imprese, Loggetta dei ritratti, Sala di Fetonte, Sala dei banchetti, lo Studiolo, la Sala del camino, la Sala grande e la Saletta degli armadi) e termina con il giardino, la Loggia degli Aranci e la grotta. A pochi minuti a piedi nei dintorni troviamo anche Palazzo Bonacossi che ospita collezioni dei Musei Civici di Arte Antica ed il Museo Casa Romei che ospita mirabili opere rinascimentali.

  • Come arrivare: Corso Giovecca, 170. Dista 30min. a piadi dalla Stazione oppure 20min. in autobus (linea 1 o 9, fermata Giovecca Ospedale.) Ottieni indicazioni
  • Orari: 9:30-13.00/15:00-18:00 Chiuso lunedì. Giorni di chiusura annuali: 1 e 6 Gennaio, Pasqua, 1 Novembre, 25 e 26 Dicembre
  • Costo biglietto: intero €4,00; ridotto €2,00

10 - Comacchio, le Valli ed i Lidi Ferraresi

valli di comacchioComacchio è un antico borgo lagunare che incanta per la sua quiete e tranquillità a circa 50min/50km di auto da Ferrara. Situato nelle omonime Valli di Comacchio (in realtà sono 4 "valli", aree lagunari paludose) del Parco Regionale del Delta del Po, una delle zone umide più grandi d'Italia. Oltre a deliziarsi per il paese davanti al Duomo di San Cassiano, a Palazzo Bellini ed la caratteristica Manifattura dei Marinati, da non perdere un tour nei canali sulle piccole batane (le imbarcazioni tipiche) passando sotto il celebre Treponti. E' possibile anche noleggiare delle biciclette e perdersi nella pace delle valli e alla fine godersi una degustazione delle prelibatezze locali. A pochi chilometri si estendono per circa 25km i Lidi Ferraresi, ampie spiagge di sabbia chiara e mare calmo si aprono sull'Adriatico.

  • Come arrivare: in auto da FerraraRA8 direzione Comacchio. Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile, si consiglia la bella stagione.
  • Costo biglietto: in base alle attività.